Vladimir Luxuria premiata con il Tapiro d’oro: la transfobia di Francesco Benigno in fiamme

Se hai seguito da vicino la vicenda tra Vladimir Luxuria e Francesco Benigno, saprai già quanto sia stato acceso il botta e risposta tra i due personaggi. Benigno è stato espulso dall’Isola dei Famosi 2024 per alcuni atteggiamenti aggressivi mostrati verso un altro concorrente, Artur Dainese. La decisione della produzione ha scatenato una serie di attacchi da parte dell’attore nei confronti del programma e della conduttrice, arrivando addirittura a sfiorare il trasgressivo con commenti transfobici.

La situazione è diventata così accesa che persino Striscia la Notizia ha deciso di intervenire, assegnando a Vladimir Luxuria un Tapiro d’Oro. Valerio Staffelli è entrato nel camerino della conduttrice per consegnarle il premio, e la reazione di Luxuria è stata tutt’altro che scontata. “Ma che ho fatto per questo Tapiro?” si è chiesta ironicamente, mostrando di non prendere sul serio la questione. E infine ha ammesso di non aver mai avuto un tapiro e di essere curiosa di riceverlo.

La querelle è proseguita con Luxuria che ha deciso di non rispondere più agli attacchi di Benigno. In un video su Instagram, la conduttrice ha spiegato di aver voluto rispondere “ad armi pari” ai commenti offensivi dell’attore, e di essere ora tranquilla e risoluta nel non voler continuare la polemica. Staffelli ha motivato la consegna del Tapiro a Luxuria sottolineando gli insulti omofobi di Benigno, ritenendo che in un’epoca come la nostra tali atteggiamenti siano fuori luogo.

La discussione ha toccato punti delicati, come la citazione di un film in cui Benigno ha recitato e che trattava il tema della transfobia. Staffelli si è chiesto se un’esperienza del genere non abbia insegnato nulla all’attore, mentre Luxuria ha sottolineato l’importanza di film come “Mery per sempre” nel combattere la transfobia, definita come una brutta malattia.

In conclusione, la storia tra Vladimir Luxuria e Francesco Benigno ha messo in luce quanto sia importante combattere ogni forma di discriminazione e pregiudizio, anche all’interno di spazi mediatici come la televisione. La risposta di Luxuria, pacata ma ferma, dimostra che non bisogna abbassarsi al livello degli insulti, ma rispondere con dignità e determinazione. Speriamo che situazioni del genere possano portare a una maggiore sensibilizzazione e consapevolezza sui temi LGBTQ+ e sull’importanza del rispetto reciproco.