La forza di John McCook: l’amore per il figlio e la lotta contro la malattia

Hai mai sentito parlare della soap opera Beautiful? Scommetto di sì! È una delle serie televisive più longeve di sempre, trasmessa con successo per ben 37 anni in 100 Paesi diversi, compresa l’Italia dove va in onda ogni giorno su Canale5 alle 13:45. Uno dei personaggi più amati di questa soap è Eric Forrester, interpretato da John McCook fin dalla prima puntata. Recentemente, l’attore ha rilasciato un’intervista toccante al Corriere della Sera in cui ha svelato un aspetto personale profondo: suo figlio Jake, 43 anni, soffre di schizofrenia.

McCook ha deciso di parlare pubblicamente della malattia del figlio solo ora, perché crede che sia importante sollevare il velo su certi temi e mantenere aperta una discussione che può aiutare altre persone che si trovano nella stessa situazione a sentirsi meno sole. Jake, con il sostegno della madre Laurette, ha scritto un libro intitolato “The Cliffs of Schizophrenia: A Mother and Son Perspective” in cui racconta la sua esperienza con la malattia. L’attore di Eric sta facendo del suo meglio per diffondere la conoscenza del libro il più possibile.

John McCook ha ammesso che non ha capito subito che suo figlio era malato. Ha raccontato che è stato necessario del tempo prima che riuscisse davvero a comprendere la situazione. Come genitore, spesso non è facile riconoscere i segnali di una malattia come la schizofrenia e McCook ha dichiarato di aver avuto una reazione primitiva inizialmente. Tuttavia, è estremamente orgoglioso del figlio e delle sue conquiste, specialmente per aver scritto un libro nonostante le difficoltà legate alla malattia.

Nell’intervista, McCook ha anche parlato della possibilità di affrontare il problema delle malattie mentali nella soap Beautiful. Ha detto che sarebbe una grande sfida, ma anche estremamente utile rappresentare in modo corretto le difficoltà affrontate da coloro che soffrono di problemi mentali. Attualmente, secondo l’attore, spesso queste tematiche vengono trattate attraverso stereotipi e cliché, ma potrebbe essere un’opportunità per la serie di approfondire e sensibilizzare il pubblico su questi importanti argomenti.

Se sei un fan di Beautiful, non perderti le puntate quotidiane alle 13:45 su Canale5. E chissà, magari in futuro potremmo vedere una trattazione più approfondita e sensibile delle malattie mentali nella soap opera!