Barbara d’Urso: misteri sulle porte chiuse di Rai e Discovery

Sei pronto a scoprire il mistero dietro i no alla conduttrice Barbara d’Urso da parte di Rai e Warner Discovery? Secondo quanto riportato da Dagospia, ci sarebbe un motivo fittissimo che ha portato i dirigenti delle due aziende a rifiutare l’ex regina di Pomeriggio 5.

Le voci di corridoio parlano di presunti dissidi tra il manager di d’Urso, Lucio Presta, e Amadeus, che potrebbero aver influenzato la sua assenza su Nove. Altri, invece, ipotizzano contrasti con Pier Silvio Berlusconi e accuse da parte del suo ex make up artist. La verità è ancora avvolta nel mistero, ma intanto Barbara d’Urso si dedica ai suoi progetti paralleli, come il successo su TikTok.

Nel frattempo, Myrta Merlino ha preso il posto della d’Urso alla conduzione di Pomeriggio Cinque. Nonostante abbia smentito voci di dissidi con Cesara Buonamici, i risultati auditel non sono stati all’altezza della precedente conduttrice. La Merlino potrebbe essere sostituita nella prossima stagione, con nomi come Veronica Gentili, la Buonamici e Simona Branchetti che circolano come possibili successori.

Si parla anche di un possibile programma in prima serata su Rete 4 per Myrta Merlino, nel caso fosse sostituita alla guida di Pomeriggio Cinque. Tutto rimane ancora da confermare, ma le voci di corridoio sono sempre più insistenti. Resta connesso per scoprire gli sviluppi futuri di queste polemiche televisive.