Segreti e rivelazioni: l’avvocato svela la verità sulla strage di Altavilla Milicia a Storie Italiane

Se hai seguito la cronaca di Storie Italiane, avrai sicuramente sentito parlare del terribile caso della strage di Altavilla Milicia, in provincia di Palermo. Durante la trasmissione, è stato intervistato l’avvocato di Giovanni Barreca, il principale sospettato per la morte della moglie e dei suoi due figli.

Durante l’interrogatorio della figlia 17enne di Barreca, anche lei coinvolta nelle indagini per la strage, sembra che non abbia mostrato alcun pentimento, confermando così la difesa del padre riguardo alla presenza del demonio. Secondo l’avvocato, le parole della ragazza confermano il delirio condiviso della famiglia, che avrebbe agito per purificare la casa dal male.

In studio a Storie Italiane è intervenuta anche la criminologa Anna Vagli, che ha analizzato le dichiarazioni della figlia di Barreca. Secondo Vagli, Barreca aveva creato un ambiente disfunzionale e se fosse accertato che fosse schizofrenico, potrebbe spiegare il comportamento della figlia. L’avvocato di Barreca ha invece contestato l’ipotesi che la ragazza agisse solo per difendersi.

L’avvocato ha smentito episodi di violenza da parte di Barreca verso la moglie, sostenendo di aver sentito da più di 20 persone che non avevano mai notato comportamenti violenti. Anche la moglie Antonella non avrebbe mai parlato di violenze da parte del marito. Tuttavia, la situazione rimane avvolta nel mistero e le indagini sono ancora in corso.