Rivoluzione Imballaggi: Italia vince la battaglia del riciclo

Ciao amici! Oggi voglio parlarvi delle nuove norme sugli imballaggi previste dall’Unione Europea, di cui ha parlato Paolo De Castro, Europarlamentare, a Uno Mattina. Una battaglia importante è stata vinta grazie al sostegno italiano per il riciclo, portando il tasso di riciclo nazionale vicino al 70%.

Tuttavia, Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura, ha sottolineato che non tutto è rose e fiori. Presto potremmo dire addio al cestino delle fragole e alla possibilità di toccare la frutta direttamente, a causa dell’aumento dei costi legato alla sostituzione di materiali.

Ma De Castro ha chiarito che non ci sarà alcun divieto sulle buste dell’insalata e sulle confezioni monouso leggere. Saranno previste deroghe per garantire la sicurezza alimentare e la continuazione dell’uso degli imballaggi attuali.

Giansanti ha aggiunto che per le aziende agricole sarà necessario cambiare alcune attrezzature per il packaging, ma molto dipenderà dalle deroghe concesse. L’obiettivo è garantire standard elevati, anche superiori a quelli proposti a Bruxelles.

Dopo il 2030, spariranno le dosi monouso di bagno schiuma e shampoo negli alberghi, ma le deroghe riguarderanno solo l’agricoltura. In conclusione, il risultato raggiunto è positivo per l’Italia e le imprese, nonostante le sfide da affrontare.

E voi cosa ne pensate di queste nuove norme sugli imballaggi? Fatecelo sapere nei commenti! A presto con altre news e aggiornamenti. Grazie per seguirmi!