La lotta di Ivano Michetti: il calvario dell’ictus e il ritorno dei Cugini di Campagna

Se hai seguito l’ultima puntata di Verissimo, avrai sicuramente sentito la toccante storia di Ivano Michetti dei Cugini di Campagna. La band ha fatto la storia della musica italiana e ieri si sono raccontati tra aneddoti personali e professionali.

Ivano Michetti ha dovuto affrontare un grave problema di salute diverso tempo fa, quando ha subito un ictus ischemico. Durante il suo racconto, ha parlato del momento più difficile in cui è stato ricoverato per tre mesi tra coma e paresi. Ricorda con commozione come i suoi compagni di band gli venivano a trovare durante la malattia e, a causa delle restrizioni legate al Covid-19, dovevano salutarlo attraverso il vetro.

La moglie di Ivano Michetti è stata la sua salvezza durante quel periodo difficile. Ha raccontato come, durante un ictus ischemico mentre dormiva, la moglie ha capito che qualcosa non andava e lo ha aiutato in tempo. Se non fosse stato per lei, la situazione avrebbe potuto avere esiti molto più gravi.

Anche il fratello di Ivano, Silvano, ha condiviso un toccante aneddoto su come si sia sentito vicino a suo fratello in quel momento critico. Ha parlato della responsabilità che ha sentito, essendo il suo gemello, e di come sia riuscito a superare le difficoltà insieme a lui.

Nick Luciani, un altro membro dei Cugini di Campagna, ha raccontato il momento in cui ha deciso di lasciare la band per tentare una carriera da solista. Ha ammesso che non è stato facile camminare da solo e che alla fine ha capito che la strada migliore per lui era tornare indietro e restare con la band che lo aveva reso famoso.

La malattia di Ivano Michetti ha messo alla prova la forza e il legame dei Cugini di Campagna, ma ha anche portato alla luce il grande supporto e l’affetto che si sono dimostrati l’un l’altro in quei momenti difficili. Sono storie di coraggio e amore che ci ricordano l’importanza di avere vicino le persone care nei momenti più duri.