Zuccheri e Dolcificanti: I Segreti del Prof Calabrese

Sei pronto a scoprire i consigli del famoso nutrizionista Giorgio Calabrese sui dolcificanti e gli zuccheri? Oggi ti parlerò di cosa ha raccontato durante la sua ospitata a Uno Mattina su Rai Uno.

Secondo il professor Calabrese, se soffri di malattie metaboliche come il diabete, è importante sostituire lo zucchero da cucina con un dolcificante. L’OMS mette in guardia sul fatto che spesso siamo attratti da soluzioni che sembrano più salutari, ma non è così semplice.

Calabrese ha analizzato diversi dolcificanti, come l’aspartame, che studia da anni e considera potenzialmente cancerogeno. Non lo usa e lo trovi in molti cibi come caramelle e chewing-gum.

Parlando dell’eritritolo, un dolcificante naturale, il nutrizionista sottolinea che può avere effetti sul livello di insulina e sui grassi, quindi va usato con cautela, soprattutto per i dolci al forno.

Il professor Calabrese ha poi parlato dell’isomalto, un dolcificante che non stimola la produzione di insulina e ha un gusto diverso dallo zucchero. Può essere una buona scelta per chi cerca un’alternativa salutare.

Per quanto riguarda lo zucchero di canna, spesso considerato il più sano, Calabrese mette in guardia sul fatto che non è così miracoloso come si pensa. Ha un colore marrone dovuto spesso a coloranti e bisogna limitarne l’assunzione.

Infine, parlando del miele, il nutrizionista dà il via libera, definendolo antiinfiammatorio e gustoso, ma consiglia di consumarlo con moderazione.

Ricorda, è importante conoscere le alternative agli zuccheri e ai dolcificanti, ma sempre con moderazione e consapevolezza. Scegli quello che fa al caso tuo, ma non dimenticare di ascoltare sempre il parere di un professionista. A presto con nuovi consigli per un’alimentazione sana e consapevole.