Matrimonio a prima vista: Addio a un amore televisivo, ma non a un tesoro di ricordi

Matrimonio a prima vista, uno dei programmi più amati e seguiti, è giunto al termine per una delle coppie dell’ultima edizione. Si tratta dell’unica coppia che aveva deciso di continuare la conoscenza da sposati dopo alcuni mesi. L’annuncio è stato fatto su Instagram, tramite due diverse Storie, in cui gli ex protagonisti hanno condiviso la loro decisione con i follower. Nell’ultima edizione, il pubblico ha conosciuto tre coppie: Sonia Liverani e Alberto Miliziano, Alessandro D’Agate e Valentina Mangili, e Junachi Sanchez e Gianna Di Rosa.

Dopo un mese di conoscenza, sia Sonia e Alberto che Alessandro e Valentina avevano deciso di proseguire la loro relazione lontano dalle telecamere, rimanendo sposati. Tuttavia, solo Sonia e Alberto hanno confermato la loro scelta dopo alcuni mesi, mentre Valentina e Alessandro hanno deciso di interrompere la loro relazione.

Adesso, anche tra Sonia e Alberto è giunta al termine: “Stare insieme è l’arte di risolvere i problemi che non ho da solo. Due perfetti sconosciuti che si ritrovano all’altare, due perfetti sconosciuti che decidono di cambiare la loro vita per amore. Ma a volte l’amore da solo non basta, le relazioni sono una serie di incastri che non sempre possiamo controllare”, ha scritto Alberto.

Alberto di Matrimonio a prima vista ha anche augurato a Sonia di essere sempre felice, con il sorriso stampato sul volto, e di realizzare tutti i suoi sogni. Ha concluso il suo messaggio con la celebre frase “Che tu possa avere il vento in poppa, che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle”.

Anche Sonia ha voluto spiegare ai fan i motivi di questa rottura, aggiungendo che la colpa non è di nessuno e che i bei ricordi resteranno sempre, mentre quelli brutti serviranno come insegnamento. “No, non stiamo più insieme. Non è facile ammetterlo a se stessi, figuriamoci agli altri. Colpe, non colpe, poco conta. Ci vuole coraggio per alzare le mani, fermarsi e ammettere che ok, questo puzzle non è il mio. I bei ricordi resteranno un tesoro prezioso, quelli brutti, uno spunto di crescita. La vita va avanti”, ha concluso Sonia.