Le sfide di essere “figlia di”: Manuela Villa e Cristiana Ciacci raccontano la loro esperienza

Manuela Villa, figlia del famoso Franco Villa, è stata ospite stamane nel programma di Rai Uno Storie Italiane. Durante l’intervista, ha affrontato il tema delle persone che accusano Angelina Mango di essere “figlia di” e ha dichiarato: “Io conosco quelle frasi e chi non ha potuto dimostrare di essere figlio si è auto eliminato”. Non comprende perché qualcuno debba vergognarsi di essere figlio di qualcuno, perché dovrebbe nascondersi. Manuela ha poi risposto ad una domanda di Eleonora Daniele, che le ha chiesto quante volte le abbiano detto che ha avuto successo perché è figlia di suo padre. Manuela ha risposto: “Me l’hanno detto molte volte, ma nessuno mi ha mai tirato pomodori. Ho una carriera di quasi 36 anni di concerti in tutto il mondo e in televisione. Se continuano ad invitarmi e a chiamarmi, ci sarà un motivo. Se un giorno mi tireranno la cipolla, la prenderò e mi farò una frittata a casa. Bisogna essere onesti con se stessi e ammettere se si è capaci di fare qualcosa”.

Cristiana Ciacci, figlia di Little Tony, ha aggiunto: “Io ho avuto la fortuna di crescere su un palcoscenico, ho seguito i consigli di mio padre, prendendo spunto da un grandissimo artista. Ho ricevuto molto amore dal pubblico fin da quando ero piccola. Anche io canto da 37 anni e nessuno mi ha mai tirato pomodori, anzi mi fanno i complimenti”.

Manuela Villa ha poi continuato: “Non devi rovinare ciò che hai fatto, il pubblico ha sempre apprezzato tutto questo. All’inizio, ho incontrato molte difficoltà da parte degli addetti ai lavori. Inizialmente, molte persone mi dicevano che speculavo e utilizzavo il nome di mio padre per rovinare la sua immagine. In realtà, per me cantare insieme a lui era l’unica cosa che mi rimaneva di lui, era un modo per avvicinarmi a lui, respirare insieme a lui, entrare nel suo tempo. Quando lui prendeva fiato, anch’io lo facevo. C’era un’unione che nessuno può capire. Non sono solo la figlia di, c’è tutto l’amore che si dà e si riceve. Ho fatto conoscere mio padre a generazioni che non lo conoscevano e lui mi ha dato l’opportunità di farmi conoscere alle sue generazioni”. Durante la puntata, la giornalista Cinzia Marongiu si è commossa ascoltando la canzone “Un amore così grande” di Franco Villa: “Mio padre è morto da poco, era la sua canzone preferita”.

Cristiana Ciacci ha aggiunto: “Mi ringraziano durante i concerti per la possibilità di ricordare le canzoni di mio padre”. Sul suo rapporto con suo padre, ha detto: “Avevamo alcuni problemi nella vita quotidiana, ma sul palco tutto si azzerava. C’era solo uno scambio di amore e affetto, ci tenevamo per mano”. Eleonora Daniele le ha poi chiesto se avesse mai detto la verità a suo padre. Cristiana ha risposto: “Ci ho provato, gli scrivevo a Natale e al compleanno, gli raccontavo le mie ansie, i miei problemi. Lui non mi ha mai risposto, ma veniva da me dopo aver letto la lettera, gli scendeva una lacrima e per me quella era la risposta più importante. Sapevo di essere arrivata al suo cuore”. In un certo momento, anche Eleonora Daniele sembra essersi commossa: “Fai piangere anche me”. È stata quindi una puntata molto emozionale.