Scandalo a Domenica In: Dargen D’Amico provoca il caos con un appello pacifista!

Polemica dopo la puntata di ieri di Domenica In. A scatenare il caos l’intervento di Dargen D’Amico. Il cantante, che già sul palco dell’Ariston aveva fatto parlare per i suoi appelli pacifisti: “La mia nipotina è a studiare a Malta. Non tutti i bambini hanno questa fortuna. Nel Mar Mediterraneo in questo momento ci sono bambini sotto le bombe senza acqua, senza cibo. In questo momento il nostro silenzio è corresponsabilità. La storia, Dio, non accettano la scena muta. Cessate il fuoco”.

La puntata di ieri di Domenica In ha suscitato polemiche a causa dell’intervento di Dargen D’Amico. Il cantante, già noto per i suoi appelli pacifisti, ha sollevato una questione molto importante riguardo alla situazione nel Mar Mediterraneo. Ha parlato del fatto che mentre alcuni bambini hanno la fortuna di studiare a Malta, molti altri bambini si trovano sotto le bombe senza acqua e cibo. Ha sottolineato come il nostro silenzio sia una forma di corresponsabilità e ha chiesto di porre fine a questa tragedia.

Dargen ha risposto alle critiche dicendo che quando gli viene posta una domanda non riesce a non rispondere. Mara Venier, la conduttrice del programma, ha cercato di difendere Dargen, sottolineando l’importanza delle domande fatte e la necessità di rispondere in maniera dettagliata, ma ha anche ammesso che non c’era abbastanza tempo per farlo. Tuttavia, secondo quanto riportato da Open, si è percepito uno sfogo della conduttrice quando il suo microfono era ancora aperto.

Mara Venier ha reagito all’accusa di censura, dichiarando di non far tornare più gli ospiti in studio che mettono in imbarazzo. Questo ha scatenato la rivolta sui social, con molti utenti che hanno criticato la Rai e hanno definito la situazione come censura. Alcuni hanno anche menzionato l’inopportunità della scelta di proporre Pino Insegno in molte trasmissioni, definendo la Rai “meloniana”. La decisione di mettere il bavaglio anche a Mara Venier ha suscitato molte polemiche.

Nonostante la buona fede di Mara Venier, molti credono che non sia stata lei a prendere questa decisione. La considerano una conduttrice seria e pensano che abbia ricevuto ordini dall’alto. La polemica è quindi esplosa e ha generato molte discussioni e dibattiti.