Beatrice Luzzi: la donna pericolosa che smaschera l ipocrisie d’Italia

Grande Fratello, Beatrice Luzzi è “la donna più pericolosa d’Italia”. Fino ad ora l’attrice protagonista indiscussa di questa edizione del reality era stata definita in tanti modi, ma pericolosa mai. Prima di scoprire chi ha usato questa espressione e perché ricordiamo le ultime ore della concorrente. Nell’ultima puntata, ancora una volta, è stata attaccata a 360 gradi, pure da Alfonso Signorini.

Dopo aver ricevuto un messaggio aereo di solidarietà Beatrice Luzzi ha dichiarato: “Allora ragazzi, volevo parlarvi un attimo. L’altra sera ho avuto una crisi seria dovuta a tanti fattori. Il primo è che come al solito ho dovuto gestire la maggior parte della puntata. Questo succede da quando siamo qui, anche nell’ultimo mese in cui sono rientrata dopo un grave lutto”. Adesso spunta fuori un commento su Bea che farà sicuramente discutere.

“Beatrice Luzzi è la donna più pericolosa in questo momento in Italia: ha smascherato le ipocrisie e i mali di un Paese fondato su maschilismo e patriarcato”. Le parole sono di Ivan Rota nel suo ultimo pezzo per Dagospia che spiega il perché: “Ha le attiviste dalla sua parte e le donne complici contro. La sua vittoria, il messaggio più pericoloso”. Anche la scelta di far entrare Simona Tagli seguirebbe un copione preciso.

“Questa povera Simona Tagli […] non solo si è già schierata dalla parte di Perla Vatiero, ma ha già dato dell’acida rigida a Beatrice Luzzi. Fare entrare l’ennesimo concorrente che ha come obiettivo principale quello di andare contro Beatrice Luzzi per farla sbroccare in prima serata contro Alfonso Signorini e autori: la capiremmo se lo facesse, non benissimo, ma di più”.

“La prima contro Luzzi fu Jane Alexander – continua il giornalista – che venne asfaltata ancora prima di entrare. Poi venne Jill Cooper che ogni volta scappava davanti al confronto. Ci fu poi Sara Ricci che prima si finse amica. Ciao Simona Tagli, che la figuraccia ti sia lieve”. E conclude: “La verità è che in quella casa Beatrice Luzzi non è vista come un essere umano, come una donna. La vedono come un mostro, il nemico da abbattere. Per questo le dicono le peggiori offese e la trattano nel peggiore dei modi”.