Amici 23: Nuovi indizi sul misterioso allievo eliminato. La classifica del televoto sconvolge tutti

Amici 23, un nuovo indizio sul chiacchierato allievo è emerso. Nell’ultima puntata abbiamo visto l’eliminazione di Simone, un addio che ha colpito il pubblico ma che Simone ha affrontato con serenità. Durante una conversazione con il maestro Emanuel Lo, Simone ha detto: “Volevo ringraziarti, me lo aspettavo. Esco da qui contento, non ho rimpianti perché sono sicuro di aver dato il massimo. Nella vita ci sono scelte, c’è chi non è pronto, magari non era il mio tempo. Avrò tempo di fare tante cose”. Simone ha ricevuto molti messaggi di sostegno e molti avrebbero voluto vederlo al serale.

Nel frattempo, è stato annunciato il risultato del televoto per la categoria cantante. In cima alla classifica c’è Holden, che è sempre più il favorito del pubblico. Non appena la notizia si è diffusa, i sostenitori di Holden e coloro che sono contrari hanno iniziato a confrontarsi. Un fan di Holden ha scritto: “Chi critica Holden, a volte esagerando, lo fa secondo me per partito preso. Non capisco cosa vi abbia fatto di male questo ragazzo. Non si è mai messo in evidenza che è il figlio di qualcuno, non si parla mai praticamente di lui”. Il fan continua dicendo che è un’invidia ingiustificata e che Holden ha dimostrato di essere serio e impegnato nel suo lavoro. Sottolinea anche l’importanza di rispetto reciproco e di mettersi nei panni degli altri.

Alcuni criticano Holden e arrivano persino a insultarlo fisicamente, offendendo coloro che invece lo apprezzano. Molti pensano che il televoto sia una prova che Holden abbia ricevuto un aiuto dalla produzione. “Lo hanno sempre difeso e questi sono i risultati. Holden viene sempre presentato come il bravo, stanno facendo tutto per portarlo al serale. Era chiaro che fosse favorito”.

In conclusione, Simone ha lasciato Amici 23 con serenità, ricevendo molti messaggi di sostegno. Holden è il favorito del pubblico, ma ci sono anche coloro che lo criticano. L’accusa di favoritismo da parte della produzione è stata sollevata, ma non vi sono prove concrete a sostegno di questa tesi.