Le figlie di Mino Reitano svelano il lato nascosto del grande cantautore a Bellamà

Giuseppina Elena e Grazia Benedetta, le figlie del grande Mino Reitano, sono state ospiti della trasmissione Bellamà. Durante l’intervista, hanno raccontato i loro ricordi felici insieme al padre, ma anche i momenti di difficoltà che ha affrontato nella sua carriera. Grazia Benedetta ha sottolineato che, nonostante la sua vivacità, il cantautore ha sofferto in silenzio quando ha affrontato dei momenti difficili, come non essere scelto per partecipare a Sanremo. Nonostante Mino Reitano cercasse di nascondere la sua sofferenza, le figlie erano consapevoli di quanto lui si sentisse deluso, ma aveva bisogno di un momento di solitudine per trovare la forza di sorridere nonostante la delusione.

Anche Giuseppina Elena ha parlato dei momenti di sconforto del padre. Ha rivelato che Mino Reitano si commuoveva solo per motivi profondi e non per questioni futili. Era molto sensibile alle critiche ingiuste e metteva sempre in discussione se stesso. Quando si sentiva attaccato in modo non giusto, arrivava a piangere e a bloccarsi, pensando che la sua sofferenza fosse maggiore di quella delle figlie nel vederlo così. Aveva una sensibilità quasi infantile e aveva bisogno del sostegno delle figlie e del pubblico per sentirsi confermato.

Questo incontro con le figlie di Mino Reitano ha permesso di scoprire un lato più intimo del cantautore e di apprezzare ancora di più la sua sensibilità e il suo talento.