Essere super partes: il pregio di non voler litigare

Essere super partes, alle volte, può causare qualche problema. Lo so bene Vittorio e Greta, spesso accusati di non prendere una posizione. Mentre sono distesi al sole, i due ragazzi, vicini e abbracciati, parlano del loro desiderio di rimanere estranei alle discussioni della Casa.

Secondo Greta, quando due persone litigano dovrebbero fare di tutto per poter trovare un punto d’incontro in quanto la colpa non è mai totalmente di una sola campana. “Una persona intelligente un punto d’incontro lo trova” dice la ragazza, spiegando che perdere la stima di qualcuno per delle parole dette potrebbe risultare esagerato.

“Queste cose io le ho sempre pensate, ma non sapevo a chi dirle” commenta il modello sollevato.

Greta sorride, anche lei riesce ad affrontare discorsi simili solamente con Vittorio. “Noi continuiamo a essere così” propone la ragazza, spronando Vittorio a perseguire la strada della pace. Un giorno, la gente che li circonda si accorgerà di quanto sia bello rimanere estranei ai litigi e impareranno da loro l’arte del disinnescare.

Devono tenersi caro il loro pregio, altrimenti le persone pure come loro spariranno. Invece di uniformarsi agli altri, dovrebbero difendere la loro bontà. “Avere il pregio di non voler litigare è da pochi e lo devi mantenere. Anzi devi trasmetterlo” afferma convinta la ragazza.

È una qualità che non devono mettere in discussione anche perché è un bel messaggio da mandare.

“Io preferisco sola ma essere me stessa” conclude la ragazza e Vittorio, accanto a lei, sorride. Non può che essere d’accordo.