La polemica del caffè italiano: Myrta Merlino difende la sua fama nel mondo

Myrta Merlino e la polemica del caffè

Se sei un fan di Pomeriggio 5, sicuramente ti ricorderai dei tempi in cui Barbara D’Urso apriva tutte le puntate del programma con il suo iconico “caffeuccio”. Era diventato un appuntamento fisso per il pubblico di Canale 5, ma con l’arrivo di Myrta Merlino, le cose sono cambiate.

Nelle prime puntate del suo mandato, Myrta Merlino ha evitato di fare riferimenti al “caffeuccio” di Barbara D’Urso. Tuttavia, tutto è cambiato il 18 gennaio, quando la conduttrice è entrata in studio con una moka. Ma non si trattava di una frecciatina alla D’Urso, bensì di una polemica sul caffè italiano.

Da italiana e napoletana, Myrta Merlino ha deciso di portare la moka in studio per difendere il caffè italiano e la sua fama nel mondo. Durante la puntata, ha citato una frase di Erri De Luca: “A riempire una stanza basta una caffettiera sul fuoco”. Per gli italiani, e soprattutto per i napoletani, il caffè è tutto: è mito, poesia, è un gesto d’amore.

Tuttavia, secondo il Gambero Rosso, il caffè italiano non sarebbe più il migliore del mondo. La Merlino ha commentato questa affermazione definendo il caffè italiano come “sciatto” e “amaro”. Ma cosa ne pensi tu? Sei d’accordo con questa dichiarazione?

La polemica sul caffè italiano ha scatenato molte discussioni tra gli italiani, che si sono schierati a difesa della loro bevanda preferita. Ognuno ha le proprie preferenze sul caffè, ma una cosa è certa: il caffè italiano è un’icona della cultura italiana e un simbolo di convivialità.

Nonostante la polemica, Myrta Merlino ha dimostrato di essere una grande appassionata di caffè, portando la moka in studio per sostenere la sua causa. E tu, cosa ne pensi del caffè italiano? Facci sapere la tua opinione nei commenti!

Fonte: Pomeriggio 5 (18 gennaio 2024)