Influenza in calo, ma ancora pericolosa: intervista al virologo Fabrizio Pregliasco

Ciao a tutti! Oggi voglio parlarvi dell’influenza e di come stiamo affrontando questa stagione particolare. Ho ascoltato un’intervista del professor Fabrizio Pregliasco, virologo della Statale di Milano, che ha fornito informazioni molto interessanti.

Secondo il professor Pregliasco, siamo a metà dell’opera in questa stagione influenzale. La presenza del COVID-19 ha reso tutto più complicato, ma grazie a un farmaco che si assume per bocca e a casa, possiamo gestire meglio il rischio per le persone fragili e anziane. È importante non dimenticare l’influenza, che quest’anno ha ripreso a essere un problema per tutti, soprattutto per i più vulnerabili.

Quanto durerà questa stagione influenzale? Secondo il professor Pregliasco, siamo al picco e avremo una lenta discesa, con molti casi fino alla metà di febbraio. È fondamentale non affollare i pronto soccorso, che già hanno problemi strutturali. Bisogna recarsi in pronto soccorso solo in caso di difficoltà respiratorie, febbre elevatissima che non passa o situazioni a rischio vita. Anche se il livello di ossigeno è intorno al 90%, è necessario un intervento di urgenza o di emergenza.

Parlando della vaccinazione influenzale, il professor Pregliasco ha sottolineato che anche se siamo un po’ in ritardo, è ancora possibile farla. Infatti, in soli 10-15 giorni si ottiene una protezione adeguata. Lo stesso vale per il COVID-19, che non ha una stagionalità e che richiede un rinforzo della vaccinazione.

Per quanto riguarda l’alimentazione, il professor Pregliasco consiglia degli spuntini leggeri, come ad esempio un brodo di pollo. Non è un rimedio miracoloso, ma apporta proteine e aiuta a contrastare la disidratazione, che può peggiorare la situazione degli infetti, soprattutto tra le persone fragili e anziane.

In conclusione, dobbiamo essere consapevoli dell’importanza di proteggerci dall’influenza, soprattutto in questa stagione caratterizzata dalla presenza del COVID-19. Seguiamo le indicazioni degli esperti e cerchiamo di evitare di sovraccaricare i pronto soccorso, facendo affidamento sul farmaco che possiamo assumere a casa. Non dimentichiamoci della vaccinazione influenzale, che è ancora possibile effettuare. E ricordiamoci di prestare attenzione all’alimentazione, cercando di mantenere un adeguato apporto di proteine e idratazione.

Vi auguro una buona salute e un’influenza breve e leggera! A presto!