Bologna: Limite 30 km/h, Multa Anziano a 39 km/h. Sindaco Lepore: ‘Abbassare Velocità per Ridurre Incidenti’

A Bologna, da oggi è entrato in vigore il limite dei 30 km/h. È già stata comminata la prima multa a un anziano che è stato sorpreso a 39 km/h. Il sindaco di Bologna, Matteo Lepore, ha voluto precisare che in realtà si tratta di una strada dove vigeva già da diversi anni il limite di 30 km/h di fronte ad una scuola. Prendere una multa ai 30 oggi a Bologna è davvero complicato visto che è così ben segnalata la postazione dove si fanno le rivelazioni che bisogna volerlo.

L’obiettivo di Bologna è ridurre il numero degli incidenti stradali. Il sindaco ha rassicurato i cittadini bolognesi che non si vuole fare cassa, ma si vuole abbassare la velocità complessiva della città. I bolognesi stanno collaborando nonostante i disagi e le preoccupazioni, anche chi non è d’accordo sta rispettando il limite. Nelle prossime settimane si otterrà un grande risultato: traffico più inclusivo e confortevole e soprattutto una riduzione delle vittime. L’anno scorso una trentina di persone hanno perso la vita a Bologna e una sessantina nell’area metropolitana.

Il sindaco di Bologna ha sottolineato che a Tokyo le auto si fanno quasi fatica a vedere, c’è una legge che vieta di comprare l’auto se non hai il garage e anche le ambulanze viaggiano a 30 km/h. In tutta Europa si viaggia anche a 30 km/h con le moto e le cose funzionano. Il punto su cui si vuole sottolineare l’attenzione sono gli autobus e il trasporto pubblico, su questo si vuole lavorare. I disagi di questi giorni saranno ripagati, altrimenti non avrebbe fatto questa scelta.

Vincenzo Borgomeo di Formulapassion.it, presente a Uno Mattina, ha aggiunto che la cosa più difficile è far viaggiare tutte le auto alla stessa velocità. L’obiettivo è una fluidità costante del traffico, due auto che vanno a differenti velocità rallentano notevolmente. Ma far viaggiare le auto alla stessa velocità è molto difficile.

Inoltre, una macchina che viaggia a 30 km/h consuma molto meno di un’auto che viaggia a 50 e 60. La sicurezza è un tema centrale, a 50 km/h una macchina si ferma in 25 metri, mentre a 30 km/h si ferma in soli 10 metri. Quindi, ci sono impatti enormi su un investimento, c’è una differenza fra morire e vivere. Se il limite è di 30 km/h e un’auto viaggia a 100 km/h, viene revocata la patente e si possono ricevere multe fino a 5.000 euro.