Enrica Bonaccorti: Una Vita Tra Talento e Sfida alla Salute

Enrica Bonaccorti, attrice, conduttrice televisiva e conduttrice radiofonica, sarà ospite di Domenica in per parlare della sua carriera ma anche delle sue condizioni di salute.

Classe 1949, Enrica Bonaccorti, è sempre stata una donna colta, di talento ma al contempo ironica e solare, lo ha dimostrato a partire dal programma televisivo “Non è la Rai” per poi confermare il suo talento sui set cinematografici ma anche nel campo della scrittura; l’artista poliedrica ha infatti scritto due canzoni per il grande Domenico Modugno: “La lontananza” e “Amara terra mia”. A Luglio del 2023 però la sua vita è radicalmente cambiata a causa di una malattia. Su Facebook l’attrice, in merito alla comparsa della malattia aveva scritto: “Un giorno a inizio luglio comincio ad avere ovunque un prurito terribile, tutto il corpo diventa rosso fuoco a macchie, sembravo quella bambina bruciata che scappa da Hiroshima. Ovviamente mi faccio controllare a fondo da un dottore che trova un calcolo a un rene ma i cardiologi vengono da me il giorno dopo col viso scuro per dirmi che c’è qualcosa che non va al cuore…” Cos’è accaduto con esattezza?

La malattia di Enrica Bonaccorti, come sta oggi?

Dopo i primi controlli, i medici scoprono che Enrica Bonaccorti aveva tutte le arterie ostruite, una scoperta che l’attrice ha commentato così: “Nel giro di qualche mese sarei morta”. La figlia Verdiana in quei mesi cercava di dare forza alla Bonaccorsi e ironicamente le ricordava quanto fosse in forma Sandra Milo nonostante la sua età, eppure la malattia dell’attrice era molto grave e per affrontarla è stato necessario affrontare un intervento a cuore aperto.

L’attrice dopo mesi di assenza sui social ha deciso di raccontare il suo percorso clinico ai fan, per se stessa in primis ma anche per spronare le persone a restare sempre vigili in merito alla salute e ad effettuare controlli periodici preventivi. In merito all’operazione, sui social, ha raccontato: “Prima pensano a degli stent, ma non bastano. Servono 4 bypass, prendere le vene dalle gambe per ricostruire un percorso alternativo che porti il flusso sanguigno al cuore. Ho dovuto affrontare un’operazione a cuore aperto, che è durata in tutto otto ore”. Per fortuna, la malattia dell’attrice è stata scoperta e affrontata in tempo, adesso le sue condizioni di salute sono migliorate e lei stessa in un post in cui ringraziava i medici che l’hanno assistita, ha dichiarato: “Ho avuto una gran fortuna, una scoperta accidentale mi ha salvato la vita”.