Cristiana Sinagra: il mistero dietro la madre di Diego Armando Maradona Jr.

Cristiana Sinagra, chi è la madre di Diego Armando Maradona Jr.? Questo pomeriggio, nel primo dei due appuntamenti del weekend con le interviste e gli approfondimenti di “Verissimo”, sarà nel sempre ricco cast di ospiti del programma condotto da Silvia Toffanin uno dei figli dell’indimenticato Diego Maradona, scomparso nel novembre del 2020: il 37enne, con un passato da calciatore dilettantistico, fu infatti concepito dall’ex Pibe de Oro durante la sua lunga permanenza all’ombra del Vesuvio con Cristiana Sinagra e anche se nella vita del campione c’era già Claudia Villafane, nonostante non fosse a Napoli. Scopriamo qualcosa su di lei e sul rapporto nato in quegli anni col padre del figlio che, tuttavia, fu solo riconosciuto nel 2007 al termine di un lungo iter legale.

Originaria di Napoli e nata lì il 23 novembre del 1964, Cristiana Sinagra aveva conosciuto appunto Diego Armando Maradona durante gli anni d’oro della formazione partenopea e prima che il Pibe de Oro dicesse addio all’Italia a seguito dello sfortunato Mondiale del 1990 e la squalifica per doping che lo porterà ad andare a giocare in Spagna. Dalla loro relazione nacque nel 1987 Diego Junior per il quale la donna si era a lungo battuto affinché fosse riconosciuta la paternità del calciatore, a lungo negata da quest’ultimo prima del riavvicinamento degli ultimi anni e una sorta di riconciliazione. Nonostante sia stata legata per un periodo a un calciatore così famoso, non conosciamo molto della vita privata della Sinagra, sempre lontana dai riflettori e meno nota al grande pubblico rispetto ad esempio al figlio Diego.

In una intervista concessa all’indomani della morte dell’ex compagno, Cristiana Sinagra si era detta molto dispiaciuta, rammaricandosi per la dipendenza dalla droga di Diego e per la presenza di “persone con tanti interessi attorno a lui”: la donna ha ammesso di aver conosciuto l’ex moglie di Maradona, Claudia Villafane, mantenendo rapporti cordiali con lei nonostante la relazione che il campione aveva con lei. “Ci sono sempre stati alti e bassi nel loro rapporto. Diego mi diceva ‘Voglio stare con te, voglio un figlio maschio da te’…” aveva raccontato la donna al ‘Corriere della Sera’, rievocando il periodo in cui lei aveva ancora 20 anni e viveva con la sua famiglia.

“Allora ero innamorata di Diego, della sua dolcezza. Lui era dolce, protettivo, passionale, molto maschio nel senso più vero del termine. Senza la droga, non so se la nostra storia sarebbe finita” è l’unico rammarico di Cristiana Sinagra, chiarendo pure come l’allora compagno non fosse scomparso, come si raccontava, durante la gravidanza di Diego Junior. “Al quarto mese fui io ad allontanarmi da lui. C’erano cose brutte… Cose dette dalle sue sorelle”. Non solo: pare che nel corso degli anni Diego abbia chiesto perdono sia a lei sia al figlio che avevano concepito, anche se la Sinagra lo tranquillizzava dicendogli che lui non aveva tolto nulla a loro, anzi aveva regalato solo gioie. E il primo incontro? “Eravamo a casa di amici comuni: poi il nostro legame nacque in maniera lenta, si può dire? Sì, la sensazione fu quella di sentirmi cullata verso l’infinito”. Ci ritrovammo insieme quasi senza accorgercene. È stata una grande passione, un legame forte nato piano piano”. E il rapporto con la Villafane? “A Napoli non c’era. E non è mai stata tra di noi. Conoscevo la sua famiglia, le sorelle, la madre. Dopo anni mi hanno detto che Diego piangeva spesso per quel figlio che non poteva vedere (…) Per me l’amore non muore mai, si trasforma. Oggi più che mai voglio rivivere i ricordi più belli che ho di lui”.