Storie Italiane: Eleonora Daniele sconcertata dalle rivelazioni sull’anoressia e l’ok alla revisione del processo di Erba

Eleonora Daniele si è mostrata sconcertata durante l’ultima puntata di “Storie Italiane”. Anche oggi, giovedì 11 gennaio, il rotocalco mattutino di Rai1 ha affrontato numerosi argomenti e casi di cronaca e attualità. Tra questi, l’omicidio di Pierina Paganelli e la strage di Erba dopo l’approvazione della revisione del processo che ha condannato Rosa Bazzi e il marito Olindo Romano all’ergastolo.

Successivamente, si è parlato di disturbi alimentari come l’anoressia e la bulimia. Durante la trasmissione è stata data voce a una donna che in passato ha dovuto affrontare questo grave problema. L’ospite ha spiegato le difficoltà che ha dovuto superare, e a seguire Eleonora Daniele ha lanciato un grido d’allarme riguardo alla recente decisione del governo italiano.

La legge di bilancio del governo guidato da Gioria Meloni non ha rinnovato il fondo per il contrasto ai disturbi alimentari. Questo fondo era stato istituito nel 2021 e prevedeva un budget di 25 milioni di euro per il biennio 2022-2023, da utilizzare entro il 31 ottobre 2024. L’ospite di Eleonora Daniele ha commentato la notizia dicendo: “Già c’è poca informazione, già molte ragazze non hanno gli strumenti per uscirne. È come darsi la zappa sui piedi”.

L’ospite ha continuato affermando: “Non tutti, non tutte sono forti. Alcune ragazze non hanno gli strumenti e non hanno un supporto familiare che possa aiutarle. Ho dovuto fare molta strada da sola. Non ho ricevuto molti aiuti. Sono stata a contatto con persone che, fondamentalmente, non sapevano molto del loro lavoro. Una nutrizionista mi ha detto che dovevo mangiare perché ero brutta”.

Dopo aver ascoltato queste parole, Eleonora Daniele ha reagito dicendo: “Non posso credere che ti abbiano detto una cosa del genere. È gravissimo se una nutrizionista ha detto una cosa del genere, soprattutto a una persona malata di anoressia…”. Infine, la conduttrice ha dato la parola a un medico presente in studio che ha rivelato: “I casi di anoressia stanno aumentando, soprattutto tra i bambini e i maschi, e questa tendenza è in crescita soprattutto dopo la pandemia. Pensare che i fondi vengano ridotti è assolutamente inaccettabile”.

In conclusione, l’episodio di “Storie Italiane” ha portato alla luce una serie di tematiche importanti, tra cui il bisogno di maggiori fondi per il contrasto ai disturbi alimentari e la necessità di una maggiore sensibilizzazione e formazione da parte degli operatori sanitari. I disturbi alimentari sono una vera e propria emergenza sociale e richiedono un impegno concreto da parte delle istituzioni per garantire il sostegno necessario a chi ne soffre.