Eleonora Daniele presenta il suo libro ‘il Pigiama a Pois’ e rivela le sue radici venete

Eleonora Daniele, conduttrice di Storie Italiane, è stata ospite oggi del programma Uno Mattina su Rai Uno per presentare il suo libro “il Pigiama a Pois”, dedicato alle favole e al Natale. Durante l’intervista, Eleonora ha raccontato che il nome Carlotta, dato alla protagonista del libro, è ispirato alla sua nonna che le leggeva le favole quando era piccola e che ha deciso di dare lo stesso nome anche alla sua figlia. Sorprendentemente, anche Massimiliano Ossini, conduttore di Uno Mattina, ha una figlia che si chiama Carlotta.

Eleonora ha sottolineato che le favole non sono solo per i bambini, ma fanno bene anche agli adulti. Per questo motivo ha scritto il libro, pensando anche alle persone che si trovano in solitudine o in difficoltà, cercando di creare una rete sociale di sostegno. Durante la conversazione, l’attenzione è stata rivolta al Veneto e a Padova, terra di origine di Eleonora Daniele.

Quando le è stato chiesto cosa si porta del Veneto e di Padova, Eleonora ha risposto entusiasta. Ha menzionato le bellissime piazze di Padova, lo spritz, l’aperitivo tipico della regione, e l’allegria dei veneti. Ha sottolineato che i veneti sono persone con grandi valori, lavoratori, sognatori, ideatori e creatori. Eleonora ha anche menzionato che i veneti sono viaggiatori, presenti in tutto il mondo.

Eleonora ha parlato anche di San Antonio da Padova, il santo senza nome per i padovani, che è molto venerato nella Basilica che porta il suo nome. Eleonora ha ricordato che la Basilica è un sito Unesco, insieme ad altri luoghi importanti a Padova. Infine, Eleonora ha concluso l’intervista parlando del cibo tipico di Padova, come il baccalà, la polenta, i risi e bisi, e il risotto. Ha sottolineato anche il calore e l’ospitalità dei veneti e dei padovani.

In conclusione, Eleonora Daniele ha presentato il suo libro “il Pigiama a Pois” durante la sua ospitata a Uno Mattina, raccontando la storia dietro il nome Carlotta e l’importanza delle favole per adulti e bambini. Ha inoltre condiviso il suo amore per il Veneto e per la sua città, Padova, menzionando le bellezze architettoniche, il cibo tipico e l’accoglienza dei veneti e dei padovani.